La potenza di una lampada

In passato la potenza di una lampada veniva espressa in watt (voltaggio). Oggigiorno la confezione delle sorgenti luminose riporta il valore in lumen. Qual è la differenza fra questi due valori? E come funziona il consumo energetico? Quale lampada utilizzare per illuminare completamente la casa? Rispondiamo a tutte queste domande

Watt contro. Lumen

Il voltaggio di una lampada equivale alla quantità di energia che questa consuma. L'espressione in lumen indica la quantità di luce che una lampada emette. Esprime l’intensità luminosa e indica quanta luce emette una lampada, mentre i watt indicano il consumo energetico. Pertanto il lumen è un termine fondamentale per la quantità di luce emessa. Oggigiorno si guarda ai lumen piuttosto che ai watt.

È quasi impossibile convertire il voltaggio in lumen, dato che si tratta di due unità di misura diverse. In passato significava che un voltaggio alto, dava una maggiore quantità di luce. Oggigiorno ci sono molte lampade come quelle a LED che si illuminano molto, nonostante abbiano un voltaggio basso. Si può dire che una lampada con un voltaggio più alto, abbia più lumen per via della maggiore intensità della luce.

Cosa significa a bassa e alta tensione (=rete ammessa)?

Il voltaggio indica la tensione elettrica di una lampada. L’elettricità standard fornita nelle case corrisponde a 220/230 volt e viene chiamata alta tensione. La maggior parte delle lampade funziona con questo voltaggio. Esistono delle eccezioni come molti faretti ad incasso. Questi funzionano a 12 volt e vengono chiamati a basso voltaggio. Quando si vuole convertire un voltaggio alto, (come nel caso di 230 volt a casa) in un voltaggio basso (come ad esempio a 12 volt per un faretto a incasso) è necessario un trasformatore (trafo). Che si occupa di convertire l’elettricità da 230 volt a 12 volt. Un altro ottimo esempio di trasformatore è l’adattatore del laptop o il caricabatterie del telefono.

È importante ricordare quanto segue: la differenza fra 12 volt e 220/230 volt. Di seguito vengono elencati i vantaggi e gli svantaggi. I vantaggi di una lampada a 12V: maggiore durata in quanto funziona a elettricità minore. Inoltre emettono una luce chiara, anche se l’intensità viene abbassata. Lo svantaggio è che deve essere utilizzato un altro trafo. La lampada da 230 V presenta anche altri vantaggi. Rispetto alla lampada a 12 V, non ha bisogno di trafo. I 230 V si possono utilizzare per le lampade a risparmio.